Come essere un buon manager? Ecco le 7 regole!

Un buon managerNumerose ricerche ci portano all’attenzione il problema dell’insoddisfazione dei dipendenti nei confronti dei loro superiori.
Gli studi in merito evidenziano come punti critici:

  • mancanza di chiarezza sugli incarichi lavorativi,
  • retribuzioni non commisurate al lavoro svolto,
  • mancanza di crescita e avanzamento,
  • favoritismi,
  • sovraccarico di lavoro;
  • e, soprattutto, perdita di fiducia nella leadership.

Il gap tra le necessità dei dipendenti e quelle dei manager sembrerebbe quindi farsi sempre più ampio.

Esistono dei punti fermi riguardanti la condotta da tenere per chiunque sia al comando di un gruppo di lavoro.

Cosa deve fare un buon manager

Ecco 7 regole che un buon manager deve rispettare per favorire un netto miglioramento del rapporto con i suoi dipendenti:

 Infografica MESA: le 7 regole del buon manager

  1. Assumersi sempre le proprie responsabilità: è la regola d’oro. I leader sono gli unici responsabili della produttività, delle performance e dei comportamenti del loro team.

  2. Delegare: è indispensabile avere fiducia nel proprio team. Il buon manager deve quindi spiegare con chiarezza al gruppo di lavoro quale sia l'obiettivo da raggiungere, fissando scadenze e assegnando responsabilità.

  3. Accettare le differenze: non tutti hanno lo stesso modo di fare le cose; pertanto, un capo deve dare ai suoi collaboratori l’opportunità di scegliere un modus operandi personale per ottenere il risultato.
    Approcci diversi, se affrontati con apertura, possono essere un valore aggiunto.

  4. Comunicare efficacemente: un buon leader deve essere comprensibile quando impartisce istruzioni e deve regolare la sua comunicazione sulla base di chi ha di fronte.

  5. Ascoltare: è estremamente importante dare retta ai propri collaboratori, chiedere loro pareri, confrontarsi. Chi è a diretto contatto con la clientela, soprattutto, può essere fondamentale per raccogliere feedback.

  6. Motivare: premiare chi ha lavorato bene, complimentarsi con il gruppo per il raggiungimento degli obiettivi, riconoscere il lavoro e gli sforzi fatti.

  7. Essere d'ispirazione e d'esempio: chi è a capo di un team di lavoro deve dimostrare per primo di vivere con coerenza i valori aziendali, mantenere le promesse fatte e gli impegni presi e rispettare i propri collaboratori.

Conosci MESA?
Siamo l'"interlocutore strategico che parla sia il linguaggio del business che quello delle tecnologie".

 

Il sito utilizza cookie tecnici e di analisi per il corretto funzionamento e cookie di terze parti (solamente cookie di social media sharing: cookie di terza parte che vengono utilizzati per integrare alcune diffuse funzionalità dei principali social media e fornirle all'interno del sito).
Utilizzando questo sito web si accetta il nostro utilizzo dei cookie come descritto nella Privacy Policy.
Per saperne di più, vedere la pagina Privacy Policy.